Psicomagia: l’arte può guarire?

La Psicomagia è un metodo artistico di “guarigione” basato sul principio di liberazione del disagio interiore tramite un’azione artistica.
Nasce dall’intuizione del cileno Alejandro Jodorowsky, attore, regista, scrittore, studioso di Tarocchi, quando negli anni ’60 entra in contatto con Pachita, una guaritrice messicana della quale studia le sue modalità rituali.
Crea quindi simili ritualità che nulla hanno a che fare con ipotetiche energie “magiche” utilizzate da guaritori o sciamani ma contengono princìpi archetìpici che sono alla base del comportamento umano.
Jodorowsky osserva che i “riti” psicomagici toccano e smuovono parti profonde ed inconsce dei “pazienti” che intraprendono successivamente, nuovi comportamenti e stili di vita.
Questi nuovi comportamenti portavano poi ad una auto-guarigione, dunque… Psicomagia: l’arte può guarire?

Alejandro Jodorowsky

Con il metodo psicoanalitico sono le parole che fanno emergere contenuti inconsci, con l’atto psicomagico è l’azione che comunica direttamente con l’inconscio utilizzando il suo linguaggio simbolico/emozionale.

Psicomagia: l’arte può guarire?

L’intuizione di Jodorowsky è quella di creare e codificare una forma d’arte che grazie ad una ritualità studiata come la sceneggiatura di un film, conduce al cambiamento degli abitudinari schemi mentali e comportamentali.
Si parla di “atti psicomagici” che all’esame della mente razionale non hanno senso o possono apparire ridicoli o imbarazzanti. Essi però hanno la potenzialità di comunicare direttamente con la mente inconscia delle persone che li eseguono.

Atto psicomagico di Paolo Abozzi: abbracciare un albero

Anche il semplice atto di abbracciare un albero, può smuovere emozioni inconsce profonde in quanto diventa un momento simbolico (psicomagico) di ricongiungimento alle forze della Natura.
Studio la Psicomagia e la applico nel coaching evolutivo da diversi anni ed ho trovato connessioni intriganti con le tecniche  di comunicazione inconscia che da sempre utilizzo come la Programmazione Neurolinguistica, l’ipnosi e la comunicazione non verbale simbolica-metaforica.

Barchetta di carta lasciata andare sul fiume

Gli atti psicomagici

Ad esempio, questo è un atto psicomagico che ho consigliato ad un uomo di 65 anni che non riusciva a superare il distacco dalla madre morta 20 anni prima. Preso un foglio di carta, ha scritto il nome della madre con un pennarello rosso al centro del foglio e l’ha circondato con un cuore. Ne ha fatto una barchetta di carta e l’ha lasciata andare sulle acque del fiume della sua città. Mentre la guardava andare via, ripeteva ad alta voce: “Grazie!”

Le decisioni reali degli esseri umani sono guidate da impulsi arcaici, inconsci, la Psicomagia consiste quindi in “trucchi”, rappresentazioni artistiche che l’inconscio crede reali, il comportamento si modifica e la vita si trasforma.
Più l’atto consigliato viene percepito assurdo o impossibile a realizzarsi, più è efficace.

Alejardo Jodorowsky
Alejandro Jodorowsky

Psicomagia: l’arte può guarire?

Queste sono alcune frasi estrapolate dal libro Manuale pratico di Psicomagia, di Jodorowsky:
“Quando un impulso riemerge dall’inconscio, possiamo liberarcene soltanto realizzandolo”
“Insegna alla ragione a padroneggiare il linguaggio dell’inconscio”
“Alla radice di ogni malattia c’è il divieto di fare qualcosa che vorremmo fare o l’ordine di fare qualcosa che non vorremmo.”
Inoltre, l’’atto psicomagico funziona quando il cliente “Deve fare qualcosa che non ha mai fatto.”
“Più è difficile realizzare un atto, maggiori saranno i benefici che ne trarrà”
“L’atto deve sempre finire in modo positivo. Aggiungere del male non serve a nulla.”

Film Psicomagia Jodorowsky

Psicomagia: il film

Proprio in questi giorni, alcuni cinema proiettano l’ultimo film di Jodoroswky, appunto, Psicomagia, un’arte per guarire.
Sono stato a vederlo, è molto forte per i contenuti delle immagini e mostra esattamente il funzionamento di questa arte di trasformazione. Se potete andate a vederlo!

Ci sono le interviste di persone con le limitazioni più diverse: un balbuziente, un’anziana depressa, una ragazza rifiutata dalla madre, una donna che non riusciva a liberarsi dal trauma della morte del promesso sposo, un musicista con la creatività bloccata dalla figura paterna.
Utilizzo la Psicomagia oramai da molto tempo e i risultati sono davvero rilevanti.

Guarda il trailer del film: Psicomagia

Contact PersonScrivimi
o inviami un’e-mail per avere una pre-consulenza gratuita: con un sostegno al tuo fianco è più facile CAMBIARE!

Paolo Abozzi

Condividi questo articolo con chi pensi abbia bisogno di uno stimolo, fai conoscere questo blog ai curiosi della vita, a chi non si accontenta di essere vissuto ma vuole vivere in prima persone.
Trasformazione.it è il sito che stimola il tuo cambiamento!

Paolo Abozzi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.